Caro Mutui: in Italia si sborsano 23mila euro circa in più

Da un’indagine dell’Adusbef, che ha riferito direttamente all’Unione Europea la gravissima situazione esclusiva “made in Italy”, è emerso che se si considera un dato generale di un contraente che stipula un mutuo di 100mila euro, con caratteristiche di immobili e situazione patrimoniale simili, quest’ultimo se è italiano paga circa 23mila euro in più, rispetto alla media europea.

Il perché?
Perché la Banca d’Italia non può vigilare adeguatamente tutti gli istituti di credito per garantire la solidità del sistema bancario, e quindi i clienti sborsano più del necessario per assicurazioni, indennizzi, coperture e quant’altro, che nel complesso causano una spesa superiore di circa 23mila euro, in media, rispetto alla media UE.

I tassi medi degli interessi, in Italia, negli ultimi 3 anni sono calati dello 0,46%, contro un calo della media UE dello 0,92%, e ciò ha comportato una differenza di oltre un punto percentuale di interessi, fra i nostri mutui, e quelli di spagnoli, portoghesi, francesi, tedeschi eccetera.

Ogni mese paghiamo circa 64€ in più di un altro cittadino europeo, apparentemente senza motivo.
I soldi prestati dalla BCE alle banche italiane, non vengono altresì resi disponibili ai cittadini tramite le forme di finanziamento più note.

Il risultato?
Mancato accesso al credito, economia bloccata e mercato immobiliare in caduta libera.

Non ci resta che sperare che l’esecutivo, insieme all’Europa, riescano a risolvere ed a sistemare questa situazione tutta italiana.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi