La BCE alza i tassi di interesse, stangata sui mutui

La Banca Centrale Europea ha preso, nel corso del mese di aprile, una decisione dolorosa che però era nell’aria già da diverso tempo e che un po’ tutti gli analisti si aspettavano da un momento all’altro.

Stiamo ovviamente parlando del rialzo dei tassi di interesse di 0,25 punti percentuali, il che ha portato questo tasso all’1,25%.

La BCE non operava rialzi dal 2008, anche se per dovere di cronaca è giusto precisare che nel 2009 c’era stato un ritocco verso il basso dei tassi. Jean-Claude Trichet, presidente della Banca Centrale Europea, ha rilasciato una intervista nella quale giustifica il rialzo sostenendo che i tassi rimangono in ogni caso bassi e favorevoli per una ripresa dell’attività economica.

Non saranno sicuramente dello stesso avviso le famiglie italiane per le quali si figura una vera e propria stangata sui mutui, qualcosa nell’ordine dei 204 euro in più ogni anno, stando per lo meno a quanto riferisce il Codacons. A chi possono però dare la colpa le famiglie italiane per questa ennesima stangata si loro portafogli sempre più magri?

Sicuramente la BCE ha fatto una mossa non scriteriata, i governi europei non hanno preso nessuna misura sensata per evitare l’aumento dell’inflazione e l’organismo bancario centrale ha dovuto operare questo rialzo; si punta allora il dito contro il governo italiano, i cittadini della penisola sono quelli che pagano i mutui più elevati ed in tutto questo vanno ad incidere misure inique come il rialzo delle accise che non fanno che peggiorare una situazione già non rosea.

Insomma a rimetterci sono i consumatori come sempre, il governo dovrebbe fare semplicemente due conti e capire che per favorire una ripresa è necessario dotare le famiglie di maggior potere d’acquisto; non è chiedendo più soldi a gente che non riesce ad arrivare alla fine del mese che si possono risolvere i problemi, e per dire questo non ci vuole certo una laurea in economia.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi