Il 2015 sarà l’anno dei mutui

mutuo 2015La politica e le forze sociali spingono sempre di più le banche italiane a porre fine a questa politica severissima nella concessione dei mutui, che bloccano il rilancio di uno settori principali della nostra economia: quello immobiliare e dell’edilizia appunto.

Lo stesso Premier Matteo Renzi ha chiesto in prima persona alle banche di ammorbidirsi, come lo Stato ha fatto nei confronti dei diritti dei lavoratori, cancellati purtroppo quasi del tutto tramite il Jobs Act.

Lo spread sempre più basso sarà una delle motivazioni che potrà spingere a forza 4 i mutui in quest’anno 2015. Già nel 2014 i principali istituti di credito avevano cominciato infatti ad abbassare gli spread del proprio portafoglio mutui, situazione che dovrebbe continuare secondo gli analisti anche nel corso del 2015, però sempre in base al principio del loan to value: con il nuovo anno proseguirà insomma anche la politica del pricing differenziato (spread differenziato in base all’ammontare del prestito ed alla tipologia di interlocutore), ma la forchetta è destinata a scendere e potrebbe assestarsi sui seguenti valori minimi e massimi: 1,6% – 2,1%.

Sembra poi che la maggior parte delle banche italiane abbia deciso di destinare una maggior percentuale della propria liquidità sui mutui. L’enorme monetizzazione raggiunta dalle banche italiane in questi anni, che invece di aiutare gli investimenti nell’economia (di aziende ed imprenditori), hanno preferito prendere soldi dalla Bce a tassi d’interesse quasi 0 per comprare titoli di Stato italiano ed accaparrarsi profitti senza alcuno sforzo, verrà ora in parte utilizzate per i mutui: finalmente, viene da dire.

Un altro strumento importante che favorirà i mutui del 2015 è quello delle surroghe: gli spostamenti dei mutui presso nuovi istituti a condizioni migliori aumenteranno, perchè chi ha stipulato mutui negli ultimi anni a spread più elevati, sarà invogliato per logica a cercare un modo per aggiornare il proprio contratto alle nuove condizioni di mercato.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi