Le richieste di mutui tornano ai livelli del 2011

trend positivo mutuiDopo un periodo non facile, ora le richieste di mutui sono nuovamente in aumento, e di recente hanno toccato i livelli che non erano più stati raggiunti dal 2011.

Oltre al calo degli interessi, e all’immissione di liquidità effettuata dalla Bce, c’è poi da dire che anche il prezzo degli immobili, è in calo, e tutti questi fattori stanno dando nuova linfa al mercato immobiliare. In Italia il numero delle richieste di mutuo presentate dalle famiglie è cresciuto a febbraio 2015 di ben il 38,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

La classe prevalente in cui si sono maggiormente concentrate le richieste è quella compresa tra 100.000 e 150.000 euro, il 29,8% del totale, seguita da mutui da 75.000 euro, con il 26,6% del totale. Per quel che concerne invece la durata dei finanziamenti, quelli maggiormente richiesti sono i mutui con piani di rientro tra 15 e 20 anni, seguiti da quelli tra i 25 e i 30 anni.

I segnali, nel complesso, sono molto positivi, ma parlare di ripresa, o meglio di uscita dalla crisi potrebbe essere prematuro. Nonostante infatti le richieste di mutuo per l’acquisto della prima casa siano in aumento costante, l’importo medio che viene concesso dagli istituti di credito è ancora lontano dalle cifre finanziate nel 2010. Oggi la media è di 124.000 euro circa, contro i circa 140.000 di cinque anni fa.


Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi